Parco dei Monti Sicani – Teatro Andromeda

La meta finale di questo itinerario è senza dubbio il Teatro Andromeda, particolare per la sua storia e per come stia crescendo come visibilità nel tempo anche grazie a una forte ondata di curiosità da parte dei turisti di tutto il mondo.

Il Teatro Andromeda è definito come “il capolavoro visionario del pastore-scultore Lorenzo Reina“.

Alessando Novoli lo descrive così: La nudità dei blocchi di roccia che lo delimitano ha l’austerità delle mura di Micene e la semplicità di una mànnara, il recinto siciliano in pietra per il gregge, ma lo spazio scenico circolare, nella sua scarna, disadorna essenzialità, ha l’astrattezza di un luogo atemporale, dove la materia perde le sue scorie per diventare simbolo. Una patera umbilicata, uno spazio cosmogonico, un sottile e permeabile confine fra passato, presente e futuro: questo è il Teatro Andromeda, visionaria creazione del pastore-scultore siciliano Lorenzo Reina. Moderno interprete di quello straordinario legame fra rito e rappresentazione, fra etica ed estetica che fu il teatro delle origini, di cui la Sicilia conserva alcune delle più significative “incarnazioni” architettoniche, Reina ne raccoglie la meravigliosa eco rilanciandola verso il futuro, i piedi ben ancorati a quelle radici che hanno nel legame fra natura e cultura la loro fibra più robusta. Postazione aperta sul paesaggio, questo teatro si fa paesaggio esso stesso attraverso la naturale mediazione dell’arte che per Reina è “poesia di vita”.

Vi sono molte altre opere nel breve percorso che porta verso il teatro.

L’ingresso al sito costa 10 €.

Vale davvero la pena immergersi in cotanta meraviglia e per un attimo ammirare l’orizzonte da una prospettiva nuova.

Per arrivare al Teatro occorre giungere a Santo Stefano Quisquina e proseguire ancora una decina di minuti verso l’alto seguendo le indicazioni debitamente poste lungo il tracciato.

Prima di arrivare in paese e conseguentemente al teatro ci si può fermare anche nel Parco dei Monti Sicani, un’oasi a cielo aperto di natura selvaggia dove l’uomo ancora non sembra esservi giunto. Soltanto qualche area picnic ben curata e dei sentieri immersi nel verde del bosco che portano verso le montagne. Il nostro consiglio è quello di fermarsi a Savochello che è un area attrezzata dove poter lasciare l’auto per una passeggiata/corsetta e successivamente rifocillarsi sotto al bosco nel fresco anche nelle estati torride siciliane.

Riferimenti Google: https://www.google.com/maps/place/Savochello+(area+attrezzata)/@37.6260132,13.5860462,16.56z/data=!4m8!1m2!2m1!1s37.6260132,13.5860462,16!3m4!1s0x1310a7977bd01c9b:0xda4677702aac48bb!8m2!3d37.6274935!4d13.587985

Da questa area si possono percorrere anche più di 20 km se si va verso le montagne, attenzione che si sale anche parecchio come dislivello. Nel nostro itinerario abbiamo scelto di percorso i sentieri proposti dai cartelli da est a ovest interamente così da avere una panoramica generale dei sentieri e ci siamo molto divertiti. Prestate molta attenzione ai segnali perchè in mezzo al bosco così è facile perdersi scambiando una strada con un’altra.


Tipologia Percorso: sterrato boschivo

Acqua: all’interno dell’area attrezzata


Discover Outdoor,
Taste Nature

Impronte del percorso

aeaaqqdqas-512
Santo Stefano Quisquina
35730
16
images
DOWNLOAD Traccia

Consulta la nostra guida per scaricare e seguire le nostre tracce

region-icon-3
Agrigento
Green_mountains_icon
527 D+
0c61e584efe3b54fe8379eb1c0e38c3ab62c6b7713432b1b5997a315b9ff4b2c_200
Strava Link
1176251_fitness-icon-fitness-icon-png-hd-png-download
  • CORSA
  • BICI
  • CAMMINATA
  • ADATTO AI BAMBINI

Seguici anche tu!